The Slave | Il mio esordio 2017

Condivisione romanzo the slave per il concorso Il Mio Esordio 2017

Advertisements

Risultati Teatro in Provincia CENDIC

ALBERTO PATELLI con “UNA FAMIGLIA IN CAMMINO” è arrivato primo! (ha vinto a Casperia, Padova, Chieti, Palermo)
DUSKA BISCONTI con “UN AMORE INFINITO” è seconda!
(ha vinto a Chieti, Casperia, Palermo)
Molti hanno vinto due volte:
ANTONIO SAPIENZA con “ADDIO BELLO” a Pescara per la giuria popolare e a Chieti.
SERENA PICCOLI con “IDENTITA’DONDOLANTE” ha vinto a Padova e a Corato (Bari)
LILIANA PAGANINI con “TREKKING” a Chieti e Palermo
LAURA SICIGNANO con “NATALE AFGANO” a Spello e Corato (Bari)
STEFANIA PORRINO con “IO EROS TU ERI” a Padova e Chieti
MARCO ROMEI con” MARIA” a Corato(Bari) a Palermo a pari merito con M.Letizia Compatangelo
ROBERTA CALANDRA con “L’AVVANTAGGIATRICE” a Padova e Pescara (giuria artistica)
M.LETIZIA COMPATANGELO con “GUDU” a Casperia e a Palermo a pari merito con M.Romei
DAVIS TAGLIAFERRO con “LA MIA NUOVA FAMIGLIA” a Pescara e Corato(Bari)

Hanno vinto una volta:
PATRIZIA MONACO con “ICARO” a Palermo
PAOLO VALENTINI con “SOFIA” a Pescara (giuria artistica)
LUIGI PASSARELLI con “SDRAMMA” a Casperia
ANTONIA BRANCATI con “SE NON SI HA PIU’VOCE” a Pescara (giuria popolare)
MARCO SCHIAVON con “IL FRUTTO” a Padova

duska bisconti

Contest Pigneto Domenica 19 luglio 2015

CONTEST si trasferisce con una migrazione temporanea dalla sala alla strada con 4 titoli scelti in collaborazione con WANTED distribuzione.
Il palcoscenico all’aperto sarà l’arena Lo Yeti in via Pesaro al Pigneto, quattro appuntamenti non solo cinematografici realizzati in strettissima collaborazione con  Lo Yeti,Arte Integra e l’Associazione Beta Culture.
Il primo di questi appuntamenti che dovete sottolineare nella vostra agenda è per domenica 19 Luglio

PROGRAMMA
ore 20.00  Vernissage della mostra collettiva MIXTICIUS degli artisti di ArteIntegra.
ArteIntegra è un’associazione internazionale di artisti , con sede al Pigneto a Roma che reputa e utilizza l’espressione artistica come strumento per avvicinare i popoli.
https://arteintegra.wordpress.com/info/

ore 21.00  il Pop Afro acustico di Madya Diabate con la sua Kora
Madya viene dalla Casamance, una regione a sud del Senegal in cui prevale l’etnia mandinka. Discende da una famiglia griot, con una parentela stretta con la famiglia di Toumani Diabate e Ballake Sissoko. La kora, l’arpa a 21 corde dei mandingo, è originaria di quelle terre. A differenza dei maliani, in Gambia e in Casamance la kora si suona in modo più ritmico e percussivo, con le corde che vengono colpite e pizzicate.
Madya Diebate può essere considerato uno dei più virtuosi suonatori di kora della diaspora africana. Attento interprete della cultura mande suona sia in gruppi tradizionali che in progetto di fusione che vedono assieme la crema del jazz italiano e la tradizione orale ouest-africaine.

ore 2200   la proiezione del film documentario “Finding Fela“, regia di Alex Gibney, durata 119′, 2014 Usa.

Finding Fela è un documentario che ripercorre la vita del musicista nigeriano Fela Kuti. Ricco di interviste a familiari, fan, persone che lo hanno conosciuto, il film mostra lʼimpegno civile e morale che hanno pervaso la vita e la musica del cantante: dalla protesta, attraverso le canzoni e non la violenza, contro la guerra in Nigeria fino alla sua morte, nel 1997 per AIDS.


Culture, storie, confronti, che arricchiscono il nostro territorio. Tante tessere diverse per comporre un grande mosaico, specchio capovolto degli egoismi e dell’immiserimento urbano .
E’ la nostra visione di una citta che ancora non c’è.
E’ la visione che ci salverà.

PIGNETO VISIONARIO è una iniziativa realizzata da:
LO YETI, ARTE INTEGRA, ASSOCIAZIONE BETA CULTURE
con la collaborazione di WANTED distribuzione, Francesco Andrea Ranno, CULT SERVICE, tipografia De Vittoria


prossimi appuntamenti
GIOVEDI 23 LUGLIO
GIOVEDI 30 LUGLIO
GIOVEDI 6 AGOSTO

Mia Film Market

MIA è il nuovo Mercato Internazionale dell’Audiovisivo: si terrà dal 16 al 20 ottobre 2015, durante la Festa del Cinema di Roma

MIA è uno strumento collettivo di internazionalizzazione a sostegno di tutto il settore audiovisivo italiano: un Mercato dell’industria per l’industria

 

Fulcro dell’evento il complesso delle Terme di Diocleziano, l’Hotel Boscolo Exedra e il Cinema Quattro Fontane

La prima edizione di MIA, il nuovo Mercato Internazionale dell’Audiovisivo, si terrà a Roma dal 16 al 20 ottobre 2015 durante la Festa del Cinema (16-23 ottobre).

Per la prima volta in Italia, un Mercato si occuperà di tutti i segmenti del prodotto audiovisivo, dal cinema alle tv series, dai documentari ai factual, dall’animazione ai videogiochi, vedendo coinvolte, dal punto di vista strategico e operativo, tutte le realtà più consolidate e attive del panorama produttivo e distributivo italiano: per il cinema, l’Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive (Anica) e Fondazione Cinema per Roma; per le attività televisive, compresa Agorà, l’Associazione Produttori Televisivi (APT); per i documentari, l’associazione Doc/it.

MIA si svolgerà grazie al sostegno del Ministero dello Sviluppo Economico e di ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, sarà promosso dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e da Istituto Luce – Cinecittà, e conterà sulla collaborazione della Roma Lazio Film Commission, in sinergia con le film commission nazionali.
MIA offrirà ai professionisti e agli operatori del settore occasioni di networking, proiezioni, dibattiti, conferenze, workshops, incontri di co-produzione, tavole rotonde, approfondimenti sugli ultimi trend del mercato, sulla coproduzione e la distribuzione in ambito globale, riservando una particolare attenzione alle nuove piattaforme, alla transmedialità e al gaming (con la partecipazione dell’Aesvi – Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani).

MIA proporrà concrete opportunità di business e informazione agli operatori italiani e alle società più vivaci del mercato globale, ereditando e potenziando le competenze dei suoi partner e le loro esperienze, tra cui: The Business Street, New Cinema Network, Forum delle co-produzioni, TvDays, Italian Doc Screenings, Agorà. Tutti i soggetti lavoreranno in sinergia attorno ad un progetto comune, con l’obiettivo di sviluppare una piattaforma permanente funzionale all’internazionalizzazione dell’industria audiovisiva italiana, mettendo in campo strumenti concreti che sostengano il networking, le esportazioni e le coproduzioni e che riportino gli operatori italiani ai tavoli di negoziazione di grandi progetti europei e globali. L’Italian Film Commission presenterà gli strumenti operativi per promuovere le Regioni e le loro capacità a sostegno dei produttori nazionali e internazionali.

MIA si svolgerà in alcune straordinarie location della Capitale, su tutte le Terme di Diocleziano, il più grande complesso termale dell’antica Roma, che ospiterà gli incontri di co-produzione e le attività di networking. Nel vicino Hotel Boscolo Exedra, presso Piazza della Repubblica, si terranno convegni e incontri fra compratori e venditori internazionali, mentre il cinema Quattro Fontane ospiterà le proiezioni.

Il Direttore di MIA è Lucia Milazzotto, già Direttore del settore Marketing di World Content Pole SA e responsabile di New Cinema Network, con una lunga esperienza nel campo dell’industria audiovisiva internazionale, consolidata grazie ai rapporti con produttori, distributori e alcune fra le più importanti istituzioni cinematografiche come Eurimages, Media Programme, Sundance Institute e Cannes Cinefondation. Lucia Milazzotto sarà affiancata da due board specifici per cinema e televisione composti da world sales, produttori e broadcaster nazionali e internazionali per individuare le tendenze, le attività e gli operatori più interessanti da tutto il mondo.

LUCIA MILAZZOTTO

Trentanove anni, ha lavorato per quindici nell’ambito di imprese private, istituzioni pubbliche e Fondazioni per ideare e realizzare iniziative di mercato volte a sostenere il cinema, l’industria televisiva e mediatica nello sviluppo, nella produzione e nella distribuzione internazionale dei loro contenuti. È stata Marketing and Sales Director di World Content SA, piattaforma per la distribuzione internazionale contenuti media-entertainment, e responsabile di New Cinema Network, il mercato di co-produzione della Festa del Cinema di Roma. Durante la sua esperienza ha creato una vasta rete di rapporti a livello globale con l’industria dei media e dello spettacolo: ha lavorato in partnership con il Sundance Institute, i principali istituti europei per la promozione del cinema, Cannes Cinefondation, European Film Promotion, Eurimages, Programma Media, i maggiori festival e mercati internazionali. Ha inoltre curato sezioni e programmi speciali per il Locarno International Film Festival e ha svolto attività di consulenza per alcune fra le più importanti realtà produttive e distributive in Italia.

Mia Film Market

MIA is the new International Audiovisual Market, to be held from October 16th to 20th, 2015, during the Rome Film Fest

MIA, a collective booster for the internationalization of the entire Italian audiovisual sector

 

The main venues of the event will be the complex of the Baths of Diocletian, the Hotel Boscolo Exedra, and the Quattro Fontane multiplex

 

 

The first edition of MIA, the new International Audiovisual Market, will be held in Rome from October 16th to 20th, 2015, during the Rome Film Fest (16-23 October 2015).

For the first time ever in Italy, a Market will cover every segment of the audiovisual product, from cinema to television series, from documentaries to factual, from animation to videogames, and will involve, in both a strategic and operative role, the most committed and consolidated associations of Italian producers and distributors: for Film, Anica (National Association of Cinema and Audiovisual Industries) and the Fondazione Cinema per Roma; for Television, including Agorà’s activities, the APT (Association of Television Producers); for Documentaries, the Doc/it association.

MIA is made possible by the support of the Ministry for Economic Development and ICE – Italian Trade Promotion Agency, and will be endorsed by the Ministry for the Cultural Heritage and Activities and Tourism, and by Istituto Luce – Cinecittà. It will also collaborate with the Roma Lazio Film Commission, working in synergy with the Italian Film Commissions.

MIA will offer film industry professionals networking opportunities, screenings, panels, lectures, workshops, co-production meetings, roundtables, as well as focuses on the latest market trends, on co-production and distribution at the global scale, paying particular attention to new platforms, transmedia storytelling and gaming (with the participation of AESVI – the association of Italian Videogame Publishers and Developers).

MIA will deliver real business opportunities and information to Italian operators and to the most dynamic companies on the global market, inheriting and consolidating the competences and previous experiences, of its partners including The Business Street, New Cinema Network, the Co-Production Forum, TvDays, Italian Doc Screenings, Agorà. All the actors involved will work synergetically on a joint project, the aim of which is to develop a permanent platform that can advance the internationalization of the Italian audiovisual industry, implementing specific instruments to sustain networking, exports and co-productions, and to bring Italian operators back to the negotiating table for important European and global projects. The Italian Film Commissions association will present the operational tools to promote the Italian Regions and the opportunities they offer to support national and international producers.

MIA will be held in some of the most extraordinary locations in Rome, first and foremost the Baths of Diocletian, the largest thermal complex in ancient Rome, which will be the venue for the co-production meetings and networking activities. The nearby Hotel Boscolo Exedra, near Piazza della Repubblica, will host the conferences and meetings between buyers and world sales, whereas the Quattro Fontane multiplex will be reserved for the screenings.

MIA is directed by Lucia Milazzotto, the former director of the Marketing department at World Content Pole SA and head of New Cinema Network, with years of experience in the international audiovisual industry, consolidated by her relationship with producers, distributors and many of the most important institutions in cinema, such as Eurimages, Media Programme, Sundance Institute, and Cannes Cinefondation. Lucia Milazzotto will be assisted by two specific boards for cinema and television, composed of world sales, national and international producers and broadcasters, who will scout the most interesting trends, activities, and professionals around the world.

39-year-old LUCIA MILAZZOTTO worked for fifteen years in private companies, public institutions and Foundations to conceive and develop market programmes to support the Film, Television and Media industries in the development, production and international distribution of their content. She wasMarketing and Sales Director for World Content Pole SA, which has developed a PaaS business to business platform for the Media and Entertainment industry, and was head of New Cinema Network, the co-production market of the Rome Film Festival. In the course of her career, she has created a vast network of relations globally with the media and entertainment industries: she has worked in partnership with the Sundance Institute, the major European institutions for the promotion of cinema, the Cannes Cinéfondation, European Film Promotion, Eurimages, Programma Media, the major international festivals and markets. She has also been responsible for special sections and programmes at the Locarno International Film Festival and has been a consultant to some of the important associations of producers and distributors in Italy.

For further information:

www.miamarket.it

mia@miamarket.it

Pappa Reale – Teatro Elettra

Pappa Reale è un testo che si ispira fortemente al mondo delle api. La trama è tratta dal particolare momento della migrazione, ovvero quando la regina madre, con una parte dello sciame, abbandona l’alveare per andare a fondarne uno nuovo e lasciando la responsabilità alla regina giovane. Ne risulta quindi un adattamento e una trasposizione dal mondo naturale al mondo umano. I personaggi assumono precise caratteristiche e ruoli fedeli alla realtà degli insetti ma dando vita a una rappresentazione che si ambienta in una corte regale, favolistica e umana.

La regina madre, anziana e responsabile, avvezza al comando e alle leggi ferree che regolano il suo regno, si trova alle prese con una figlia giovane che non si sente pronta a prenderne il posto. Le operaie, o meglio, l’operaia, freme per partire e trovare un nuovo luogo dove vivere, e che sia sopratutto privo della tirannia dell’Essere, ovvero l’uomo. Il Fuco, vero e proprio damerino e cortigiano, cerca di barcamenarsi in un periodo che sembra di crisi. Tutto appare regolato da Leggi invariabili che assomigliano al Destino e che vanno a scontrarsi con la passione e la libertà. Il momento vissuto tuttavia lascia spazio a idee e speranze che svaniscono subito nel nulla.

E’ volutamente sottolineato l’aspetto di società matriarcale, dove essere madre e donna non è poi così scontato, anzi appare come un dovere. Un dovere verso la vita.Locandina_Pappa Reale

Roma Fringe Festival dal 14 al 20 giugno 2015

Roma Fringe Festival 2015: gli spettacoli in scena dal 14 al 20 giugno nei giardini di Castel Sant’Angelo

Evento gratuito: sabato 20 giugno
Allegro Teatrale – Valerio Aprea legge Francesco Piccolo

Con l’apertura del mercato dei popoli ed etnico e delle aree enogastronomiche, il Roma Fringe Festival entra nel vivo della sua programmazione con una nuova settimana di spettacoli ed eventi.

Tra grandi eventi a ingresso gratuito, dopo Johnny Palomba e le sue #Recinzioni il 13 giugno, al Roma Fringe Festival il 20 giugno arriva un’imperdibile “Allegro Teatrale – Valerio Aprea legge Francesco Piccolo” con l’accompagnamento di Alessandro Chimienti alla chitarra: una serie di racconti intelligenti ed esilaranti scritti dal Premio Strega e sceneggiatore pluripremiato al David di Donatello e narrati con lo stile inconfondibile di uno dei protagonisti di Boris e Smetto quando voglio.

Spettacoli in scena Roma Fringe Festival dal 14 al 20 giugno
seguici su Facebook clicca qui: www.facebook.com/RomaFringe

After Penelope / Palco A – 14 giugno h. 23,30 – 16 giugno h. 22,00 – 18 giugno h. 20,30:Intrecciandosi nel tempo, attraverso  secoli e continenti, le storie vere di sei giovani eroine riemergono dal passato e si rievocano durante l’arco delle loro vite. Dalla rivoluzione Russa, passando per la Germania nazista fino alla Kabul dei giorni d’oggi queste donne ricreano l’immagine di un identità femminile completamente nuova. http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/after-penelope/
All-in / Palco B – 15 giugno h. 20,30 – 16 giugno 23,30 – 18 giugno 22,00: Due personalità a confronto, due estremi che si ritrovano e che si combattono, ribaltando i ruoli in un finale crescente. Una commedia tragicomica ispirata ai tempi moderni, un’istantanea che fotografa con distacco e ferocia uno spaccato drammatico dei nostri giorni. http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/all-in/
Be here / Palco C – 14 giugno h. 23,30 – 16 giugno h. 20,30 – 19 giugno h. 22,00: Essere qui ora, perché? Nessuna risposta. Solo tracce sui muri, testimonianze di esistenze che sfumano. Due donne, un parcheggio deserto. http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/be-here-3/
Canzoni sull’orlo di una crisi di nervi / Palco B – 14 giugno h. 20,30 – 15 giugno h. 22,00 – 17 giugno h. 23,30: Pepa Lopez de Leon, diva decadente, armata di fisarmonica, dà inizio al suo concerto, sfoggiando canzoni autocelebrative. Pian piano, però, il suo delirio interiore si svela e l’atmosfera si tinge di una vena masochista e surreale.
A metà strada tra il caffè chantant e il teatro canzone, uno spettacolo che strizza l’occhio al clown contemporaneo e a certi personaggi almodovariani. La musica, la comicità e l’ironia si fondono per dar vita a uno spettacolo divertente e surreale. http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/canzoni-sullorlo-di-una-crisi-di-nervi/
Eureka. Processo al soldato che uccise un genio / Palco A – 15 giugno h. 20,30 – 16 giugno h. 23,30 – 19 giugno h. 22,00: 212 a.C. – Archimede muore nella sua città per mano di un soldato romano, dopo un assedio protrattosi a lungo, grazie alla difesa messa in atto dal celebre inventore e dalle sue armi micidiali. È su questo fatto storico che si sviluppa uno spettacolo dove Archimede, simbolo e archetipo di quella costante storica che è l’uso del genio a scopi bellici, viene messo a confronto con il soldato suo assassino. http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/eureka-processo-al-soldato-che-uccise-un-genio/
Fäk Fek Fik – Le tre giovani – Werner Schwab / Palco B – 14 giugno h. 22,00 – 15 giugno h. 23,30 – 17 giugno h. 20,30: Una cucina vuota, uno schermo che diventa sempre più grande, desideri d’amore sempre più contorti e incerti, emarginazioni sempre più silenziose, periferie di un mondo globalizzato al centro di un’indagine acuta e ironica, appassionata ma spietata. Un lavoro in cui la drammaturgia non è solo la testualità delle battute delle attrici ma l’insieme complessivo dei segni e delle scelte di ogni singolo momento della performance. http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/fak-fek-fik-le-tre-giovani-werner-schwab-3/
Family day. Dio benedisse il settimo giorno e lo consacrò / Palco A – 16 giugno h. 20,30 – 17 giugno h. 22,00 – 19 giugno h. 23,30: Madre, padre, figlia, nonna e cane sono la nostra ‘family’ per raccontare la domenica, tradizionalmente giornata di messa, pranzo domenicale, contenitori tv. Tradizioni che per gli italiani si aggrappano a precetti cattolici e spot pubblicitari. Una messa in scena ironica, un immaginario sacro e falso, istituzionale e televisivo. http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/family-day-dio-benedisse-lultimo-giorno-e-lo-consacro/
Giuliano Guazzetti che perse la guerra / Palco B – 16 giugno h. 20,30 – 18 giugno h. 23,30 – 19 giugno h. 22,00: Un soldato volontario di fronte a un capitano confessa una notte di orrori, visioni e incontri. Nel centenario del conflitto che incendiò l’Europa, Alberto Severi  riscrive per  Rosario Campisi la Guerra Piccola che nel 1999 venne messa in scena da Ugo Chiti per l’Arca azzurra.http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/giuliano-guazzetti-che-perse-la-guerra/
Indubitabili celesti segnali / Palco B – 14 giugno h. 23,30 – 17 giugno h. 22,00 – 19 giugno h. 20,30:In un tempo e in uno spazio ics che ha del vascio napoletano non la forma ma la condizione esistenziale, prigioniere tra oggetti imprigionati si muovono tre enigmatiche donne, emblemi di una femminilità a un tempo carnale e virginale. http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/indubitabili-celesti-segnali/
La conferenza / Palco C – 14 giugno h. 22,00 – 17 giugno h. 23,30 – 19 giugno h. 20,30: Una vicenda curiosa e a tratti paradossale, che unisce ironia e quotidianità. I tre protagonisti rappresentano figure comiche, ma anche capaci di suscitare non pochi spunti di riflessione. Una provocazione, una storia qualunque, ma emblematica, acuta e grottesca, in grado di far riflettere sul surrealismo della nostra esistenza. http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/la-conferenza/
L’albero storto – una storia di trincea / Palco C – 15 giugno h. 22,00 – 17 giugno h. 20,30 – 18 giugno h. 23,30: Esempio altissimo di Teatro Civile. “L’albero storto” è il nome di una trincea della prima Guerra mondiale. Tonon e Romeo sono impegnati a prendere la trincea dell’albero storto. Tonon e Romeo sono l’anima contadina dell’Italia trasformata in fanteria. È il racconto delle vigliaccherie e delle fragilità della trincea, un luogo di ricordo, di attesa, di spasmo, di battaglia.http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/lalbero-storto-una-storia-di-trincea/
L’uomo dei finali / Palco C – 15 giugno h. 20,30 – 16 giugno h. 23,30 – 18 giugno h. 22,00: Un monologo ironico e allo stesso tempo drammatico che cerca di raccontare una storia difficile da cominciare ma soprattutto da finire. A raccontarcela sarà Frank che ci porterà prima nel suo piccolo mondo familiare e poi nelle pieghe più nascoste dello show business.http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/luomo-dei-finali-3/
Luxuriàs – Lost in lust / Palco C – 16 giugno h. 22,00 – 18 giugno h. 20,30 – 19 giugno h. 23,30: Notte di bufera, una donna, perseguitata da immagini ossessive, va da uno sciamano per capire l’origine delle proprie visioni insonni. Attraverso un viaggio di regressione ipnotica, scopre che la sua anima ha abitato il corpo di Francesca da Rimini. Assume le forme di grandi donne del passato e non: Eleonora Duse, Franca Valeri e la Monnalisa del porno, Moana. http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/luxurias-lost-in-lust/
Nell’oceano del mondo – Episode 2 / Palco C – 14 giugno h. 20,30 – 15 giugno h. 23,30 – 17 giugno h. 22,00: Il mondo viene travolto da internet trascinando con sé le nuove generazioni in un oceano senza confini. Masse di teenagers si accalcano sul battello di un Caronte digitale che “batte coi remi chiunque s’adagia”. Fausto è il protagonista di un viaggio oltreoceano. http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/nelloceano-del-mondo/
Panic / Palco A – 14 giugno h. 22,00 – 17 giugno h. 23,30 – 19 giugno h. 20,30: Viaggio nell’inconscio dai tratti ossessivi. Sguardo ironico e divertito su una realtà eccentrica. Essere sedotti da un mondo psichedelico e surreale, e abbandonati in un paesaggio decadente. Citazione continua di paesaggi difformi, in un pastiche dai tratti surreali, psichedelici, pop, dada, con riferimenti al rito, al mito e all’iconografia. http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/panic/
SaturAzione / Palco A – 15 giugno h. 22,00 – 17 giugno h. 20,30 – 18 giugno h. 23,30: Quattro attori/performer, dismessi i panni delle persone comuni, si fanno installazioni audiovisive e interagiscono tra di loro come cavie da laboratorio in un labirinto invisibile. Si fanno specchio della società dei consumi: saturi, pieni, al limite, incapaci di ricevere ulteriori input senza perdere il controllo.http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/saturazione/
To be or not to be Chaplin / Palco B – 16 giugno h. 22,00 – 18 giugno h. 20,30 – 19 giugno h. 23,30:Essere o non essere? È questo il dilemma. Chaplin lotta contro le sue stesse paure, contro il terrore di invecchiare e morire, contro la sua solitudine; contro la paura di fare la fine di Che Guevara, ormai ridotto a una semplice faccia stampata sulle magliette dei ragazzi durante un corteo.http://romafringefestival.net/spettacoli-roma-fringe/to-be-or-not-to-be-chaplin-2/