Parcheggio fondazione Piccolomini

la Fondazione Piccolomini ti chiede di inviare una mail

MERCOLEDI’ 5 novembre!

QUANDO nella giornata di mercoledì 5 novembre (in orario d’ufficio 9-16)

A CHI al Dipartimento  Mobilità e Trasporti del Comune di Roma,

mobilita@comune.roma.it

PERCHE’ per sollecitare la firma di un nuovo contratto di locazione dell’area

parcheggio di Largo C. Micara

OGGETTO DELLA MAIL Contratto parcheggio Largo Micara

IL TESTO DELLA MAIL (copia e incolla)

Chiedo che venga al più presto firmato un equo contratto di locazione con la Fondazione Nicolò Piccolomini, proprietaria dell’area parcheggio di Largo Cardinale Micara (via Gregorio VII).

La maggior parte degli artisti teatrali italiani versa in condizione di grave disagio economico e sociale, priva com’è di opportunità di lavoro e di tutele.

Non è accettabile che, da oltre un trentennio, il Comune di Roma corrisponda un canone irrisorio di circa 200 euro mensili a un ente di beneficenza che, in assenza di contributi pubblici, assolve al proprio scopo statutario in favore degli artisti teatrali anziani e indigenti esclusivamente grazie al reddito degli immobili ereditati da un privato, il conte-attore Nicolò Piccolomini.

Non è accettabile che il Comune di Roma incassi cospicui introiti dagli utenti del grande parcheggio a danno di tutti quei cittadini che, dopo una lunga e dignitosa carriera sui palcoscenici italiani, non possono contare su una pensione e una vecchiaia altrettanto dignitose.

(firma con nome, cognome e professione)

PER SAPERNE DI PIU’ www.fondazionepiccolomini.it

La Fondazione N.Piccolomini assegna ogni anno, tramite un bando, aiuti economici agli artisti teatrali in difficoltà economiche (dai 55 anni in su). La Fondazione non gode di alcun contributo pubblico e assolve al proprio scopo statutario esclusivamente grazie al reddito che le proviene dagli immobili ereditati dal conte-attore Nicolò.

Sulla via Gregorio VII, a Roma, in Largo Cardinale Micara, a un passo dal Vaticano, sorge un grande parcheggio per pullman e auto. Questa area è di proprietà della Fondazione. Il Comune di Roma la occupa da più di trent’anni e paga, irregolarmente, alla Fondazione un ridicolo canone mensile di circa 200 euro (più o meno quanto paga giornalmente un solo pullman).

La cifra irrisoria era inizialmente giustificata da un accordo che prevedeva l’esproprio dell’area. Esproprio che, in più di trent’anni, mai c’è stato. La Fondazione ha da poco fatto causa al Comune di Roma per sfratto. Il Comune di Roma, tramite l’Agenzia Romana Mobilità, ha proposto di firmare un nuovo contratto per 120.000 euro annui. Con questa nuova entrata la Fondazione potrebbe, ogni anno, aiutare una trentina di artisti in più.

Ma il contratto giace da mesi in qualche cassetto del Dipartimento Mobilità e Trasporti del Comune di Roma …

Advertisements

Tags: , , , , ,

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: