Kalissa Faust

“KALISSA FAUST”

Soggetto di Christopher Marlowe

Drammaturgia di Alessandro Onorato

Personaggi ed Interpreti:

Kalissa Faust – Alessandra Viganò

Mefistofele – Chiara Verga

Lucifero – Filippo Bottini

7 Peccati Capitali e Elena di Troia – Giulia Pagano

Veggente e Paride – Alessandro Onorato

Voci degli Angeli – Carlotta Vasoli e Niccolò Bianchi

Musiche di Riccardo Noè del collettivo Syntheke

Scenografie e Costumi di Maria Virzì e Ludovica Riva

Animazioni di Niccolò Bianchi

Coreografie di Chiara Verga

Assistente di Scena Niccolò Bianchi

Direttore di Scena Luigi Leanza

Regia di Alessandro Onorato

 

KALISSA FAUST

Sinossi

Kalissa Faust è una giovane brillante dotata di un cervello invidiabile e di ambizione fuori dal comune. La ragazza, tentata da Lucifero, firmerà un patto di sangue con lo stesso, che le garantirà ricchezze e successi in cambio della sua anima. Il rapporto tra Kalissa ed il suo lato “nero”, personificato dalla figura del demone Mefistofele, è il filo conduttore dello spettacolo: il suo lato oscuro sarà inizialmente docile e mansueto per poi crescere e prendere lentamente il controllo della ragazza, il conflitto tra Inferno e Paradiso si scatena all’interno della stessa, costantemente in bilico tra il sogno di grandezza terrena e un percorso di redenzione, per poi crollare quando il controllo di Mefistofele su di lei diverrà totale.

Questo particolare studio sul Faust si divide in quattro precise fasi: tentazione – evocazione – dannazione – disperazione.

A differenza del Faust di Marlowe, con le radici ben piantate nella sua epoca, questa storia galleggia in un limbo steampunk atemporale e senza geografia; il testo classico viene ripercorso in una chiave pulp e adrenalinica, acida e al contempo erotica.

La colonna sonora originale, disperata e potente, prodotta da Riccardo Noè collettivo Syntheke, arricchisce lo spettacolo così come lo fanno le animazioni ipnotiche proiettate sul fondale nero, opera del video maker Niccolò Bianchi.

Frutto di due anni di intenso lavoro registico e attoriale, la giovane compagnia de iBirbanti riesce a vincere la sfida di rinnovamento di un immaginario classico senza mai scadere nel banale, dimostrando il rispetto e la piena metabolizzazione di uno sconfinato patrimonio teatrale.

Le atmosfere sulfuree e il senso dell’ineluttabile corruzione dello spirito umano rendono la rappresentazione, già vincitrice di numerosi premi internazionali,  un appuntamento immancabile sia per i neofiti che per i cultori del palcoscenico.

 

www.endlessartitalia.it

Advertisements

Tags: , ,

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: